venerdý 1 giugno 2012
Scarica il programma in PDF

 

Dalle ore 19,00 ai Ricetti
 
Dall’1 al 3 giugno  sarà possibile visitare e vivere sensorialmente l’ installazione interattiva realizzata dai Carmina Gaelica all’interno di un Ricetto: 
 
L'Antro delle Masche
 
Erbe, filtri, paioli. Incantesimi, preghiere, invocazioni. Rune, sfere di cristallo, sacri animali. 
Le Masche hanno pensato a tutto, ma nel loro antro nulla è come sembra. Potrete provare, ma non è prevedibile ciò che accadrà. Perché tutto è unito da un filo sottile, perché l'essenziale è invisibile agli occhi.
Se poi volete sapere di come spaventarono il povero Armit, una Leggenda ve lo racconterà... 
 
 
 
 
 
Ore 19,30 nell’Antico Borgo e nei Ricetti
 
Apertura delle suggestive Taverne
 
 
Ore 21,30 Piazza del Comune (ingresso libero)
 
CONCERTO : 
 
LOU DALFIN 
       (Occitania)
 
Come gli antichi “trovatori” erano soliti esibirsi facendo da ambasciatori delle prime culture Europee, i Lou Dalfin cantano nella tradizionale lingua “d’Oc” e portano la cultura occitana in giro per il mondo. I Lou Dalfin sono più che un semplice gruppo musicale nella parte Occitana del Piemonte: la band di Sergio Berardo è diventato un fenomeno di costume che ha reso la musica occitana contemporanea, facendola uscire dai ristretti circoli di appassionati perché divenisse fenomeno di massa. A fine 2011 è uscito il nuovo disco di inediti “Cavalier Faidit“ che è andato a chiudere la trilogia iniziata nel 2004 con “L’Oste del Diau“ e proseguita nel 2007 con “I Virasolelhs“. L’ album di Berardo e soci ha un fil rouge che lega tutti i brani, che, secondo la migliore tradizione dei cantori delle valli sono novelle in musica, raccontano di mondi vicini e lontani nello spazio e nel tempo, esprimendo consapevolezza delle proprie radici e apertura al mondo. Il disco vanta collaborazioni con importanti artisti italiani e internazionali, a creare una straordinaria varietà di atmosfere, quasi che la ghironda di Berardo incontrando ospiti e storie possa generare di volta in volta un universo sonoro originale e intenso: Bunna degli Africa Unite, Roy Paci, Moussu T del Massilia Sound System, Vicio, dei Subsonica, le Yavanna, a conferma dell’importanza che i Lou Dalfin hanno anche nel panorama europeo della world Music, dove sono sempre fra i più apprezzati protagonisti dei maggiori festival europei.
 
I Lou Dalfin avrebbero potuto festeggiare in modo migliore i loro 30 anni?